Hotel Convolvolus: un progetto tradizionale per la raccolta di osservazioni entomologiche mirate

Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara e Orto Botanico ed Erbario dell'Università di Ferrara promuovono la raccolta di osservazioni entomologiche legate ai fiori di convolvulacee. Molti insetti amano questi umili fiori e li usano per raccogliere nettare e polline oppure per trascorrere la notte in tranquillità, protetti dalle corolle racchiuse. Lo sanno bene certe specie di ragni che su questi fiori tendono agli insetti i loro agguati.

Lisa Brancaleoni, curatrice dell'erbario dell'Università di Ferrara ci dice qualcosa di più sulla diversità biologica di questi fiori.

Convolvolo, vilucchio e campanella sono i nomi italiani che normalmente utilizziamo per le specie dei generi Convolvulus, Calystegia e Ipomoea. Si tratta di piante facilmente riconoscibili perché molte hanno fusti volubili e avvolgenti (da cui il nome). Il fiore è a forma di campana o di imbuto.
Anche se questi generi appartengono alla stessa famiglia, le Convolvulaceae, e un tempo la maggior parte delle specie era inclusa nel solo genere Convolvulus, oggi è più corretta la distinzione nei tre generi citati, ognuno identificabile da alcuni caratteri peculiari:

  • il genere Calystegia per il calice parzialmente nascosto da due grandi brattee fogliacee
  • il genere Convolvulus per lo stimma diviso in due segmenti filiformi o a clava
  • il genereIpomoea per lo stimma con 1-3 lobi più o meno sferici.

In Italia il genere Convolvulus conta 14 specie ed è il più ricco.
Nel Delta del Po, nelle province di Ferrara, Ravenna e Rovigo sono spontanee tre specie della famiglia: Convolvulus arvensis, Calystegia sepium e, sul litorale, Calystegia soldanella. Mentre le prime due specie sono molto comuni, C. soldanella è divenuta rarissima sul litorale adriatico per il forte impatto turistico sulle spiagge.

Come tipico della Convolvulaceae, tutte e tre le specie hanno un calice di 5 sepali, una corolla di 5 petali fusi (gamopetala), 5 stami, un ovario supero e una capsula deiscente.

Convolvulus arvensis L. – Vilucchio comune
Pianta erbacea perenne con rizoma sotterraneo. Fusti (1-10 dm) striscianti o rampicanti (verso sinistra), striati, a sezione esagonale. Foglie alterne, picciolate e astate con lobi divergenti, senza stipole. Verso l’apice le foglie diventano progressivamente lanceolate. Fiori (ø 1-3 cm) isolati all’ascella delle foglie mediane. Calice campanulato con lobi arrotondati. Corolla (ø 3 cm), imbutiforme, da bianca a rosa e  screziata longitudinalmente. 5 stami di diversa lunghezza con antere violette. Ovario supero con disco nettarifero alla base. Il frutto è una capsula sferica, glabra, con calice persistente alla base, contenente 4 semi scuri.
Etimologia: dal latino “convolvere” (avvolgere) per i fusti volubili mentre “arvensis” significa “dei campi arati”
Habitat: orti, vigneti, siepi, recinti, incolti, bordi stradali, ambienti ruderali su suoli ricchi di azoto, stazioni calde e soleggiate. Comunissima in tutta Italia (0-1500 m)
Fioritura: IV-X
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Paleotemperato divenuto Cosmopolita

Calystegia sepium (L.) R. Br. – Vilucchio bianco
Pianta erbacea perenne con rizoma sotterraneo. Fusti rampicanti (verso destra) lunghi fino a 3 m. Foglie alterne, sagittate, grandi (fino a 10 cm), picciolate e a margine ondulato. Le brattee non avvolgono completamente il calice e sono piatte. Fiori solitari, con lunghi peduncoli all’ascella delle foglie. Calice con 5 lobi spesso screziati di rosso. Corolla bianca (rar. rosea, ø 4-6 cm), campanulata, con leggeri lobi. Capsula globosa con 2-4 semi tondi e neri.
Etimologia: dal greco “calice” e “steghe” (tetto) riferito alle brattee che proteggono il calice, mentre “sepium” significa “delle siepi”
Habitat: siepi, boscaglie, cespuglieti, incolti, coltivi, radure, argini, canneti, suoli freschi, umidi. (0-1400 m)
Fioritura: V-IX
Forma biologica: emicriptofita scandente
Corotipo: Paleotemperato, oggi divenuto Subcosmopolita

Calystegia soldanella (L.) R. Br. – Vilucchio marittimo
Pianta erbacea perenne con rizoma sotterraneo molto esteso. Fusti striscianti (lungo fino a 50 cm), eretti all’apice. Foglie reniformi, lungamente picciolate, con margine ondulato e un po’ carnose. Fiori effimeri (durano solo un giorno), peduncolati, all’ascella delle foglie. Corolla ad imbuto rosea (ø 3-5 cm), più chiara sulle nervature. Capsula ovale con 4 semi neri ricurvi.
Etimologia: dal greco “calice” e “steghe” (tetto) riferito alle brattee che proteggono il calice, mentre “soldanella” fa riferimento alla forma delle foglie che ricordano le monete (soldi).
Habitat: pianta pioniera delle dune sabbiose. (0-1400 m). Diffusa su tutte le coste italiane ma in fortissima regressione per l’impatto antropico sulle spiagge.
Fioritura: VI-VIII
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Cosmopolita litorale

Per le altre specie sono indicati solo i principali caratteri distintivi:
Convolvulus cneorum L. – Vilucchio turco
Pianta a portamento arbustivo (10-50 cm). Fusti legnosi ascendenti non volubili, pubescenti. Foglie spiralate, sessili, spatolate, argenteo-sericee per la fitta peluria che le ricopre. Infiorescenze apicali. Calice con sepali pelosissimi. Corolla campanulata (ø 2,5-4 cm) bianca a fauce gialla, con 5 strisce rosa sulle pieghe. Capsula globosa deiscente.
Habitat: Rupi aride calcaree costiere (0-600 m). Distribuzione frammentaria e relitta lungo le coste di Toscana, Campania e Sicilia occidentale
Fioritura: IV-V
Forma biologica: camefita fruticosa
Corotipo: Mediterraneo sett.

Convolvulus lineatus L. – Vilucchio striato
Arbusto nano (3-15 cm). Fusti contorti, prostrati. Foglie sessili lineari, con bordo revoluto. Fiori isolati o a gruppetti. Corolla rosa pallido. Capsula pelosa.
Habitat: prati aridi su lava, marne e calcari ma anche sentieri e carrarecce per la resistenza al calpestio (0-500 m).
Fioritura: III-VI
Forma biologica: emicriptofita reptante
Corotipo: Steno-Mediterraneo

Convolvulus cantabrica L.– Vilucchio bicchierino
Pianta erbacea perenne (2-5 dm) con rizoma sotterraneo. Fusto erbaceo molto ramoso e peloso non volubile. Foglie biancastre per la fitta peluria su entrambe le pagine, le basali spatolate, le superiori lineari. Fiori apicali. Calice peloso con denti triangolari. Corolla rosea (rar. anche bianca), di colore più intenso sulle pieghe. 5 stami con antere bianche. Capsula globosa più breve del calice.
Habitat: prati aridi (calcare) e garighe (0-1200 m)
Fioritura: V-X
Forma biologica: emicriptofita scaposa
Corotipo: Euri-Mediterraneo

Convolvulus humilis Jacq. – Vilucchio umile
Pianta erbacea annuale (1-3 dm), simile a C. tricolor ma fiori subsessili. Corolla tricolore (dal margine: azzurro - bianco – giallo) con profondi lobi.
Habitat: incolti aridi, vigne. (0-500 m)
Fioritura: IV-VI
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Mediterraneo

Convolvulus tricolor L. – Vilucchio tricolore
Pianta erbacea annuale (1-3 dm). Fusti prostrato-ascendenti, rossastri. Foglie spatolate con apice arrotondato. Fiori peduncolati. Corolla tricolore (dal margine: azzurro - bianco – giallo) con lobi poco evidenti. Capsula irsuta.
Habitat: pascoli umidi, incolti. (0-800 m)
Fioritura: IV-V
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Steno-Mediterraneo occidentale

Convolvulus meonanthus Hoffmanns. et Link – Vilucchio gentile
Pianta erbacea annuale (1-5 dm). Simile a C. tricolor ma foglie  lineari, calice con bordi scariosi e capsula glabra.
Habitat: incolti aridi, campi. (0-500 m)
Fioritura: IV-V
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Steno-Mediterraneo occidentale

Convolvulus pentapetaloides L. – Vilucchio a 5 petali
Pianta erbacea annuale (1-3 dm). Fusto volubile. Simile a C. tricolor ma corolla azzurro-gialla con 5 lobi profondi fin oltre la metà.
Habitat: incolti, campi, oliveti. (0-600 m)
Fioritura: III-VI
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Steno-Mediterraneo

Convolvulus siculus L. – Vilucchio siciliano
Pianta erbacea annuale (1-3 dm). Fusti volubili, striati, leggermente pubescenti. Foglie basali cuoriformi o astate, le superiori più sottili. Fiori a 2-3 su peduncoli comuni. Corolla azzurra.
Habitat: siepi, colture, muri. (0-600 m)
Fioritura: III-V
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Mediterraneo

Convolvulus sabatius Viv. – Vilucchio della riviera
Pianta erbacea perenne (3-8 dm) con rizoma sotterraneo. Fusti lungamente striscianti o volubili. Foglie ellittico-spatolate ristrette alla base. Fiori su peduncoli unilaterali. Corolla azzurro-violacea, gialla sul fondo.
Habitat: rupi calcaree. (0-600 m)
Fioritura: IV-VI
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Steno-Mediterraneo occidentale

Convolvulus farinosus L. – Convolvolo farinoso
Liana perenne con fusti prostrati o rampicanti (1-2 m). Foglie cordate, lobi basali formanti un’ampia insenatura. Corolla bianco-rosea.
Habitat: incolti. (0-300 m)
Fioritura: V
Forma biologica: emicriptofita scandente – (fanerofita lianosa)
Corotipo: Steno-Mediterraneo

Convolvulus betonicifolius Mill. – Convolvolo orientale
Pianta erbacea perenne (2-10 dm) con rizoma sotterraneo simile a C. arvensis ma con fusto e foglie fittamente pelosi. Foglie basali cuoriformi con lobi formanti una profonda insenatura. Corolla rosa. Capsula pelosa.
Habitat: incolti, lungo le ferrovie. (0-300 m)
Fioritura: VI-VIII
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Pontico

Convolvulus althaeoides L. – Vilucchio rosso
Pianta erbacea perenne (3-6 dm) con rizoma sotterraneo. Pianta ispida per peli bruni. Fusti legnosi alla base e rami erbacei volubili. Foglie di forma molto variabile: le basali irregolarmente triangolari, palmatosette quelle centrali e divise in lacinie quelle superiori. Corolla rosea più scura al centro.
Habitat: incolti, pascoli aridi. (0-600 m)
Fioritura: IV-VI
Forma biologica: emicriptofita scandente
Corotipo: Steno-Mediterraneo occidentale

Convolvulus elegantissimus Mill. – Convolvolo elegantissimo
Pianta erbacea perenne (3-6 dm) simile a C. althaeoides ma con peli appressati argentati. Foglie di 2 tipi: le basali a lamina intera, cordata, le superiori completamente divise in 7 lacinie. Corolla rosea mai più scura al centro.
Habitat: incolti, pascoli aridi. (0-600 m)
Fioritura: IV-VI
Forma biologica: emicriptofita scandente
Corotipo: Steno-Mediterraneo occidentale

Il genere Calystegia comprende 4 specie
Calystegia soldanella (L.) R. Br.: vedi scheda descrittiva
Calystegia sepium (L.) R. Br.: vedi scheda descrittiva

Calystegia hederacea Wall. – Vilucchio ederaceo
Pianta erbacea perenne con fusto volubile (1-5 dm). Fiori isolati su un lungo peduncolo. Corolla rosea, spesso raddoppiata con lobi irregolari.
Habitat: commensale le colture. Neofita
Fioritura: VI-VII
Forma biologica: emicriptofita scandente
Corotipo: Asia orientale

Calystegia silvatica (Kit.) Griseb. – Vilucchio maggiore
Pianta erbacea perenne con brattee acute rigonfie che avvolgono completamente il calice.
Habitat: siepi, incolti, boscaglie. (0-800 m)
Fioritura: IV-X
Forma biologica: emicriptofita scandente
Corotipo: SE-Europeo

Il genere Ipomoea comprende 6 specie ma solo due sono spontanee in Italia, le altre sono coltivate o inselvatichite.

Ipomoea imperati (Vahl) Griseb. – Campanella Marina
Pianta erbacea perenne (2-7 dm)  carnosa e latticifera. Fusto volubile strisciante. Foglie  ellittiche con apice arrotondato o bilobo. Corolla bianca  gialla al centro. Capsula con semi lanosi.
Habitat: spiagge, dune marittime. (0-800 m)
Fioritura: VI-X
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Cosmopolita (litorale)

Ipomoea sagittata Poir. – Campanella selvatica
Pianta erbacea perenne. Fusti rampicanti striati. Foglie sagittate molto lunghe (5-8 cm), con lobi acuti divergenti. Corolla rosea o purpurea.
Habitat: ambienti fangosi salmastri, argini.
Fioritura: VI-IX
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Anfiatlantica - Subtropicale

Ipomoea tricolor Cav.
Pianta erbacea perenne rampicante (1-4 m). Fusti glabri o con pochi peli sparsi. Foglie intere, cuoriformi (anche 20 cm di ø), bilobe alla base e lungamente picciolate. Corolla azzurro-violacea con interno rosa e tubo bianco.
Habitat: Pianta coltivata e inselvatichita nel Napoletano. Originaria del Messico.
Fioritura: VI-X
Forma biologica: emicriptofita scaposa
Corotipo: Tropicale - Subtropicale

Ipomoea purpurea Roth – Campanella turchina
Pianta annua. Fusti rampicanti (1-4 m). Foglie cuoriformi. Calice con setole ispide. Corolla grande, azzurra o violetta. Dopo la fioritura si contrae a spirale.
Habitat: Coltivata per ornamento e spesso inselvatichita su muri e siepi. Originaria dell’America tropicale
Fioritura: VI-X
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Tropicale - Subtropicale

Ipomoea indica (Brum.) Merr.
Pianta erbacea perenne con rizoma sotterraneo. Fusti rampicanti  pelosi (1-4 m). Foglie cuoriformi intere o divise in 3 lobi profondi, con lungo picciolo. Corolla blu-violetta con centro giallo (anche rosa o bianco)
Habitat: Coltivata per ornamento e spesso inselvatichita
Fioritura: VI-X
Forma biologica: geofita rizomatosa
Corotipo: Neotropicale
Ipomoea nil (L.) Roth – Campanella rampicante
Pianta annua. Fusti volubili (1-4 m). Foglie triangolari non lobate. Corolla azzurra, azzurro-violetta o variegata di bianco, al centro più chiara.
Habitat: Coltivata per ornamento e spesso inselvatichita nel Napoletano
Fioritura: VI-X
Forma biologica: terofita scaposa
Corotipo: Sud America

Bibliografia
Pignatti S. 2017-2019. La Flora d’Italia. Edagricole, Bologna

Posted by carlacorazza carlacorazza, June 15, 2020 12:30

Comments

No comments yet.

Add a Comment

Sign In or Sign Up to add comments